Dal cassetto dei ricordi: Casa Mondolfiera salpa da Genova

Tanti selfie sul traghetto e l'emozione del viaggio. Di notte si dorme poco: troppe emozioni. All’alba si attracca ad Olbia, poi l'incanto del mare splendido della Sardegna.

Il primo tuffo nell’acqua color smeraldo. Una stella marina - "non le avevo mai viste nel mare!"- subito ributtata in acqua perché è una creatura che va rispettata. 

Spiagge meravigliose... come le ciliegie: una tira l’altra. Cene sotto le stelle, motoscafo per esplorare il mare e surf, catamarano e canoa appena c’è “la Buena Onda” per trovare nuovi stimoli. Tante camminate e l'incontro con gli ulivi millenari, gli animali: i pesci, il geco, una cinghialessa, tanti gatti di una colonia felina... E poi la delizia dei fichi d'india, con un po' di spine sulle dita!

Ogni giorno una nuova avventura... meglio dei videogiochi!

Impariamo che i venti sono tanti e diversi, come quelli che danno i nomi alle nostre stanze, a casa: Scirocco, Libeccio, Ponente, Tramontana. 

Ci siamo innamorati di una spiaggia, Cala Moresca, di fronte all’isola Tavolara, che sarà teatro del film "la Sirenetta" e abbiamo giocato con pinne e maschere, dando da mangiare ai pesci che venivano a galla!

A fine agosto c’è la luna piena.
"Ma che bella luna..."
"Io vado a dormire, buonanotte!"
"Solo un attimo: cosa vi è piaciuto di più?"

Il mare, la pizzata, lo shopping a Olbia, la barca, la casa, il surf, la sabbia bianca, il Buena Onda, i gatti, il letto, le cozze slurp! Cala Moresca, il catamarano, tutte le spiagge, il mercatino artigianale, le foto, il giro in motoscafo, le focacce, il romazzino, Cala Brandinchi, la ruota panoramica, il gattone bianco, la casa, il mare, la luna, il Buena Onda, la Maddalena, le conchiglie, i pesci, i cinghiali, il motoscafo, la stella marina, la nave, il riccio di mare, i fiori, la canoa…