Andiamo di corsa al mare!

"Sul mare non è come a scuola, non ci stanno professori. Ci sta il mare e ci stai tu. E il mare non insegna, il mare fa, con la maniera sua" (Erri De Luca)

Mafaldi e Mondolfieri al mare. Pure quest'anno, come ogni anno. Perché si crede anche noi come Erri De Luca, che il mare non insegni, ma, a modo suo, "faccia".

Sono molte le azioni pensate per favorire il benessere dei piccoli. Il soggiorno marino è un luogo di sosta. È un modo per recuperare energie, tutte quelle energie che solo il mare sa regalare. E, se si riesce, accantonarne una parte. Perché l’inverno sarà lungo, la scuola impegnativa, e i tortuosi percorsi di vita anche di più.

I piccoli si lasciano cullare dalle onde e imparano a fidarsi, della natura e degli uomini. Imparano a divertirsi e a stare in compagnia di nuovi compagni di viaggio.

I grandi li osservano in un nuovo ambiente, continuano a prendersi cura di loro e a sognare il loro futuro, affidando alle onde lungimiranti speranze.