Arriva l’estate!

 Ecco che la scuola è finita, le giornate si allungano, il caldo ha il sopravvento... La casa si mette a nuovo e i bambini e i ragazzi terminano la loro routine, pieni di curiosità e di attesa per questo periodo di vacanza.

Sono terminate anche le attività sportive, con i vari saggi di fine anno, e ora tutti si sentono più liberi. Cosa c’è di meglio che riempire di contenuto (non di attività frenetiche!) questi tempi e questi ritmi nuovi? E così diamo il via libera a giornate passate in cortile, a picnic improvvisati, a ore trascorse all’aria aperta.

Oltre a tutto questo, i nostri bimbi frequentano, grazie alla sensibilità degli organizzatori, gli oratori estivi, nei quali, oltre ad andare in piscina e partecipare a gite, giochi strutturati, gare di squadra, si cerca di trasmettere un messaggio positivo di crescita e confronto con gli altri. Non ci pare un caso che i Vescovi italiani, in questi tempi di “emergenza educativa”, abbiano posto come impegno prioritario le attività oratoriali, come segno di speranza e coinvolgimento, di libertà e di educazione.

“Bella storia!” è lo slogan dell’oratorio estivo per i più grandicelli, un’esclamazione di gioia e di stupore che dice quanto possa essere bella la vita, se vissuta all’interno di un progetto costruttivo, che vede ognuno di noi protagonista e non spettatore passivo, che ci spinge alla ricerca dei nostri talenti e del compito che ci viene affidato per la nostra felicità e per il bene di tutti.

I più piccoli invece prendono parte al progetto “A tutto tondo”, settimane di giochi e lavori di gruppo legati al tema della salvaguardia del pianeta e della biodiversità, a partire dalle piccole azioni che possiamo fare tutti noi nel nostro quotidiano.

A fine luglio, inoltre, ci aspetterà un weekend intenso con e grazie agli amici di Innerpeace, che ci ospitano in una casa immersa nella natura per un campo estivo alla ricerca dell’armonia con noi stessi e con gli altri.

E poi, infine, si andrà tutti insieme al mare. Quindici giorni di totale relax in una splendida casa vacanza, con gli educatori a disposizione solo dei bambini, perché c’è chi cucina, pulisce e lava per noi. Si potrà quindi dedicare tutta l'attenzione alla scoperta del mondo marino. Per alcuni dei nostri ragazzi, è la prima esperienza; dovranno fare i conti con la propria paura e, a volte, con la delusione di non avercela fatta, ma anche questo serve a crescere!

Quando arriverà settembre, i bambini avranno i visi più colorati, negli occhi tanti ricordi, qualche ginocchio in più sbucciato, ma tanta voglia per ricominciare con energia la propria quotidianità.