La lezione non serve, lo dice la neuropedagogia

Un convegno a Milano

“La lezione non serve”, questo il titolo del convegno promosso dal CPP il 14 aprile a Milano. La lezione scolastica non serve per imparare, almeno non così come finora è stata concepita. A questa conclusione arriva la neuropedagogia, una disciplina recente, che supporta la pedagogia con le neuroscienze. Il motivo sta nelle caratteristiche del cervello infantile. I bambini hanno bisogno di muoversi molto per apprendere meglio, imparano attraverso l’esperienza e si concentrano per brevi momenti.

A questo link, un’interessante intervista su questi temi a cura di Sara De Carli, giornalista di Vita.it, ad Alberto Oliverio, neurobiologo autore del libro “Il cervello che impara. Neuropedagogia dall’infanzia alla vecchiaia” (Giunti, 2017).