Dona il tuo Cinque per Mille a Crescere Insieme

Ascoltare, farsi prossimi, tendere una mano.
Essere accolti, lasciarsi avvicinare, prendere la mano che ti viene offerta.
Ci sono mille modi per crescere. Noi abbiamo deciso di farlo insieme.
Quest'anno dona il tuo Cinque per Mille a Crescere Insieme. Saremo davvero in tanti a dirti grazie 1f642.png

Di seguito i nostri dati:
Crescere Insieme s.c.s.
Via Lulli 8/7, 10148 Torino
Partita IVA 02467680019
www.coopcrescereinsieme.org

Buon compleanno Mafalda!

Sabato 12 maggio la comunità Mafalda ha festeggiato i suoi primi 15 anni, l’ha fatto in modo insolito per lei, questa volta non ha pensato a convegni o seminari per gli adulti, ma ha voluto sottolineare la sua missione per i piccoli, bambini e bambine di ogni età, che hanno diritto a vivere la loro infanzia in modo sereno, allegro e gioisoso.

E quindi… cosa c'è di più bello per dei bambini di una mega festa di compleanno? Il teatro si è tramutato in un salone per banchetti, con tavoli colmi di ogni prelibatezza, dolce e salata, in un angolo è apparsa anche una grande macchina per lo zucchero filato… Il cortile si è vestito a festa, con giochi, palloni e due grandi castelli gonfiabili colorati con gli scivoli.

E poi tutto si è riempito di voci, risate, urla di gioia, volti… Più di 180 persone sono venute a festeggiare con noi: i Mondolfieri, sempre al nostro fianco, le insegnanti e le bidelle, i tirocinanti e i ragazzi del servizio civile, i volontari, i vicini di casa, ma anche i compagni di scuola dei piccoli mafaldi con i loro genitori, e i nostri colleghi della Cooperativa. È stato un pomeriggio in allegria e semplicità, che ha fatto sentire Mafalda al centro del mondo, che ci ha fatto sentire accolti in un contesto vivo, caldo e umano.

Prima della torta di rito con le candeline colorate abbiamo voluto, a nome di tutta l’équipe, ringraziare i presenti, che con il loro supporto ci hanno aiutato in questo lungo cammino e hanno contribuito a rendere lieta la permanenza dei bimbi a Mafalda, gli assenti, che ci hanno inviato emozionanti biglietti augurali, e infine i tre presidenti della nostra Cooperativa che si sono succeduti in questi 15 anni: Mauro, Ivana e ora Karim, che hanno creduto in noi e nel nostro modo di lavorare e fare rete. Grazie alla Maestra Ileana per queste sue belle parole: "Alla comunità Mafalda tanti auguri! In questi anni è stata centro promotore di amore, Vangelo incarnato, distributore di cure amorose verso i piccoli e i deboli. Ai miei piccoli alunni ospiti un grande abbraccio e buona festa nel loro nido sicuro."

Ecco che tutti i bambini presenti sono stati invitati a soffiare sulle candeline, un soffio fatto di tanti volti e di tante storie - oggi tutti uniti per dire che i bambini hanno diritto a un mondo a colori!!!

Ricerca volontari per servizio civile

A Borgo Revel si sono aperte le preselezioni per i candidati al Servizio Civile Volontario che svolgeranno servizio presso le seguenti sedi:

  • Comunità Educativa Residenziale Mafalda

  • Casa Famiglia Mondolfiera

  • Scuola dell'Infanzia e Scuola Primaria di Verolengo

La ricerca si rivolge ai ragazzi e alle ragazze dai 18 ai 29 anni, che abbiano la disponibilità di circa 30 ore settimanali nel periodo autunno 2018-autunno 2019, buona volontà e desiderio di arricchirsi come persone.

Il rimborso spese sarà di circa 433,00 euro mensili.

Chi fosse interessato/a può inviare curriculum a mafalda.crescere@gmail.com e/o telefonare allo 011 9188239 per fissare un colloquio.

AAA Due ruote cercasi

Con i primi caldi, i mafaldini abbandonano controller, lego e bambole e corrono in cortile. Scendono dallo scuolabus e si fiondano in giardino, per giocare e divertirsi. I giochi con le ruote sono i prediletti: dai pattini a rotelle ai roller, dagli skateboard ai monopattini, i mezzi di locomozione la fanno da padroni, nonostante tappeti elastici e altalene.

Le regine della mobilità, però, sono le biciclette. Il nostro parco bici è attualmente piuttosto usurato e ci piacerebbe offrire ai nostri piccoli ospiti delle due ruote più robuste e sicure. E allora, per favore, rispolverate le biciclette che sono al fondo dei vostri garage, e contattateci allo 0119188239... Verremo a ritirarle, così voi recupererete spazio prezioso, e noi restituiremo nuova vita alle vostre due ruote tristemente inutilizzate.

Quello che per voi non è più utile può far felice qualcuno dei nostri piccoli!

Mafalda compie 15 anni!

Si chiama Mafalda come l’irriverente protagonista dell'omonima striscia a fumetti realizzata dall'argentino Joaquín Lavado, in arte Quino. Ma non è una bambina, bensì una comunità. Una grande casa piena di giochi e colori nella quale hanno già vissuto una parte della loro infanzia 82 bambini e bambine.

Aperta nel 2003 dalla cooperativa Crescere Insieme, quest’anno Mafalda compie 15 anni. La festeggiamo con un pomeriggio di giochi, animazione e merenda aperto a tutti coloro che desiderano trascorrere qualche ora in allegria. 

Non mancare! C’è bisogno anche della tua mano, anzi del tuo soffio, per spegnere tutte le candeline della torta 🙂

Ci troverai a fare festa sabato 12 maggio dalle 16 in Piazza Cottolengo 1 - Fraz. Borgo Revel, Verolengo (TO). 

Per informazioni:
info@comunitamafalda.org
011 9188239

Scarica la card di invito

Save the date! 7 maggio, Meditiamo Torino

L’associazione Inner Peace - che da qualche mese affianca i nostri Mafaldi e Mongolfieri in un ricco percorso di meditazione - ci invita all’evento Meditiamo Torino, patrocinato da Città di Torino e Regione Piemonte.

La serata offrirà diversi spunti culturali con musiche e danze internazionali, che ci accompagneranno in un percorso meditativo. L’ingresso è gratuito. 

Segnate in agenda l’appuntamento per 

Lunedì 7 maggio ore 20,30
Salone dei Concerti del Conservatorio Giuseppe Verdi
Via Mazzini 11, Torino

Si consiglia la prenotazione al +39 340 3564010
Scarica la locandina

Fragilità sociale, i dati Istat sui nuclei monogenitore

Secondo i dati Istat, sono cresciuti di oltre il 10% nell’arco di 33 anni i nuclei familiari monogenitore: da 468 mila del 1983 (5,5% del totale dei nuclei con figli minori) a 1 milione e 34 mila del 2016 (15,8%).

L’86,4% dei nuclei monogenitori (893 mila) sono formati da una madre con uno o più figli, mentre i padri soli sono circa 140 mila nel 2016, contro i 66 mila del 1983. A fronte di una crescita del  numero totale di nuclei monogenitore, la proporzione tra madri e padri soli resta quindi più o meno invariata. 

Nel 57,6% dei casi, all’origine del nucleo monogenitoriale formato da madre e bambino/i vi sono una separazione o un divorzio. Nel 34,6% dei casi invece si tratta di madri nubili, fenomeno in grande crescita (+ 15,7%) rispetto al 1996. 

L’elemento più preoccupante è che il 36,2% delle madri sole non lavora. Questo dato ha avuto un incremento di circa l’8% in dieci anni per effetto della crisi. Com’è facile immaginare, la situazione economica di queste famiglie è molto critica. In più della metà dei casi, una spesa imprevista di 800 euro diventa un problema e una vacanza di una settimana non è sostenibile. E in un caso su 5 si accumulano ritardi sui pagamenti di mutui, affitti e bollette.

Dal 1996 sono aumentati di circa 100 mila unità anche i minori che vivono solo con il padre. I padri soli sono generalmente più grandi di età rispetto alle madri (il 44,9% ha tra i 45 i i 54 anni, contro il 31,8 delle madri) e il 77,1 per cento ha un’occupazione (contro il 63,8 delle madri). Come nel caso delle madri sole, la maggioranza dei padri soli sono separati o divorziati, mentre la percentuale di vedovi è pari a più del doppio rispetto alle madri. 

Fonte: Redattore Sociale

Buona Pasqua

Scarica la cartolina di auguri

Lavorare con i bambini e con le loro famiglie

Una via percorribile

Un bambino in comunità non è un pesce in una boccia. È stato sradicato dalla sua famiglia, dalla sua casa, dalla sua vita, poi catapultato in comunità. Ma nel suo cuore resta l'impronta del passato. Di chi gli vuole bene e lo ha curato e, a suo modo, protetto, fino a quel momento.

Lavorare con un piccolo ospite senza prendersi cura della sua famiglia d'origine significa fare un lavoro a metà.

Non è una novità, vero. Ma è una nuova consapevolezza, che si fa strada tra gli operatori specializzati. E che anche a Mafalda non possiamo e non vogliamo ignorare.

Da alcuni mesi, in seguito a formazione specifica di alcuni operatori e percorsi di mentoring, è in corso una sperimentazione finalizzata a introiettare e utilizzare nel quotidiano una metodologia di partecipazione delle famiglie che possa aumentare le loro capacità e potenziare i fattori "di protezione", ovvero l'insieme dei tratti positivi che ogni famiglia possiede, al suo interno.

Ecco il link a un nuovo strumento che senz'altro entrerà a far parte della nostra biblioteca: il volume di Paola Ciceri, Il lavoro con i minori e le famiglie.

BIC, programma contro il bullismo

Una sperimentazione europea

Si chiama BIC il programma di prevenzione del bullismo dedicato specificamente ai ragazzi che vivono in comunità educative residenziali. Dopo due anni di sperimentazione in cinque Paesi europei, BIC è stato presentato a Bullying Boooh, convegno promosso da Aibi, il 27 marzo all'Istituto degli Innocenti di Firenze. Si è trattato di un incontro rivolto principalmente agli addetti ai lavori del sistema educativo.

Come riconoscere la differenza tra un semplice scherzo e il bullismo? Come lavorare per prevenire questo fenomeno sempre più dilagante fra bambini e adolescenti? Su questi temi si sono confrontati esperti nazionali e internazionali, rappresentati del mondo accademico, della società civile organizzata, delle autorità locali e centrali e delle istituzioni europee.

L'obiettivo? Dare agli operatori una serie di strumenti testati a livello europeo per educare bambini e adolescenti alla relazione fra pari.

Scarica il manuale per i formatori